agopuntura.it

Tecniche di neuroimaging dimostrano la corrispondenza tra la stimolazione dei punti di agopuntura sui meridiani e l'attivazione di specifiche aree del cervello

LA RISPOSTA DEL CERVELLO UMANO ALLA STIMOLAZIONE DI PUNTI DI AGOPUNTURA POSTI SULLO STESSO MERIDIANO: EVIDENZE DA UNO STUDIO DI NEUROIMAGING

 

Obiettivi:

La stimolazione dei punti di agopuntura sui meridiani ha dimostrato di attivare aree specifiche del cervello umano, come evidenziato da studi di imaging funzionale. Fino ad oggi, la specificità di agopunti situati sui meridiani diversi è stata studiata con l'immagine di risonanza magnetica funzionale (fMRI). Il presente studio con fMRI ha esaminato gli effetti della stimolazione di 4 punti localizzati su 2 meridiani differenti, al fine di determinare la risposta specifica dei punti localizzati sullo stesso meridiano.

Materiali e metodi:

I punti studiati sono stati LR3 (Taichong) e LR6 (Zhongdu), che appartengono al meridiano del fegato Zu Jueyin; ST36 (Zusanli) e ST43 (Xiangu), che appartengono al meridiano dello stomaco di Zu Yangming; e 2 punti nelle vicinanze. Cinquantatre soggetti sani sono stati divisi in 6 gruppi randomizzati. Ad ogni gruppo è stata praticata l'agopuntura su un punto terapeutico. Tutti i punti in questo studio sono stati stimolati solo sul lato destro del corpo del soggetto. Attraverso l'analisi dei dati della fMRI di tutti i soggetti, abbiamo riscontrato segni di attivazione del sistema nervoso centrale (CNS) evocati dall' agopuntura.

Risultati:

Contrariamente all’ attivazione del CNS ottenuta dalla stimolazione dei punti prossimali, i risultati hanno mostrato che tutti e 4 i punti presi in esame esame hanno avuto un effetto comune nell’ attivazione di 2 aree specifiche del cervello: l'area somatosensoriale primaria bilateralmente e il cervelletto omolaterale. La stimolazione dei punti LR3 e LR6 ha evocato l'attivazione del lobo parietale superiore omolaterale (BA7); la stimolazione dei punti ST36 e ST43 ha evocato l’attivazione del giro frontale medio (BA10) omolaterale. Conclusioni: Questi risultati suggeriscono che diversi punti di agopuntura posti sullo stesso meridiano possono attivare alcune aree del cervello simili. Inoltre, i punti che vengono comunemente utilizzati nella pratica clinica potrebbero modulare ben più vaste aree corticali rispetto ai punti utilizzati in questo lavoro.

Fonte:

Lin Li, Hua Liu, Yong-Zhong Li, Jian-Yang Xu, Bao-Ci Shan, Dan Gong, Kun-Cheng Li, Xiao-Wei Tang
The Journal of Alternative and Complementary Medicine. July 2008, 14(6): 673-678. doi:10.1089/acm.2008.0036
Published in Volume: 14 Issue 6: August 6, 2008

Cerca nel sito

AGOPUNTURA: indicazioni e limiti

Newsletter

captcha 

Facebook

logo facebook

Chi è online

Abbiamo 147 visitatori e nessun utente online

Login

Accedi per visualizzare le dispense.

Manca qualcosa?

Stiamo recuperando tutti i materiali presenti sul precedente sito dell'Associazione. Cerchi qualcosa che non abbiamo ancora importato? Vai alla versione precedente del sito.

© 2017 Associazione Italiana Agopuntura • Via Tagliamento, 9 • 00198 Roma • C.F. e P. IVA 02152271009

 

ilmiositojoomla.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.