agopuntura.it

L’agopuntura può migliorare la memoria in pazienti affetti da dementia di origine vascolare

Una nuova ricerca dimostra che l'agopuntura è efficace per il trattamento della demenza su base vascolare. La pubblicazione su un giornale cinese di Gerontologia, mostra che l’agopuntura è efficace nel migliorare la conoscenza e la memoria, favorendo il metabolismo del glucosio nelle aree cerebrali deputate alla conoscenza e la memoria. Si riscontra inoltre un aumento del flusso sanguigno cerebrale in seguito al trattamento con l’agopuntura.

Il team di ricerca ha seguito l'approccio del professor Han Jingyuan per la cura dei pazienti con demenza vascolare. I suoi protocolli di trattamento impiegano tre principali indicazioni della Medicina Tradizionale Cinese (TCM): tonificare il Qi, regolare il sangue e l’energia nutritiva. Questa tecnica si concentra sullo sblocco ostruzionale come la principale modalità di cura, seguita dalla tonificazione come modalità secondaria di cura. Dal punto di vista biomedico, questo si traduce in un miglioramento della micro-circolazione del sangue e delle sostanze nutritive destinate alle regioni colpite del cervello. In secondo luogo risulta stimolata la produzione di nutrienti cellulari.

Il Prof. Han ha commentato la ricerca e osserva che la patogenesi della demenza vascolare nell’ottica della TCM comprende tre componenti principali: insufficienza renale, catarro, stasi e tossine torbide. Egli aggiunge che molti organi interni, sia zang e fu, sono coinvolti in tutte e tre gli stadi. Come risultato, il suo approccio si concentra sulla stimolazione delle funzioni tonificanti e ricostituenti in tutto il corpo. Prof. Han utilizza una varietà di punti di agopuntura, basandosi sulle classiche diagnostiche differenziali tra questi: Danzhong (CV17), Zhongwan (CV12), Qihai (CV6), Zusanli (ST36), Xuehai (SP10), e Waiguan (SJ5).

La ricerca clinica sugli uomini dimostra che questo approccio di cura è efficace per il recupero della cognizione e della memoria nei pazienti affetti da demenza vascolare. Misurazioni oggettive rivelano che l'agopuntura protegge contro il danno ossidativo cellulare, migliorando l’attività SOD e GSH nel cervello. Superossido dismutasi (SOD) e glutatione totale (GSH) sono enzimi antiossidanti. L’Agopuntura favorisce indirettamente anche la sintesi dell’ossido nitrico (NO). Questo approccio attraverso l’agopuntura ha mostrato di aumentare l'espressione di GLUT1, trasportatore di glucosio 1, nei casi di demenza vascolare. Il GLUT1 è coinvolto nella respirazione cellulare, la regolazione dei livelli di glucosio e l’ assorbimento della vitamina C. La Sovraregolazione di GLUT1 promuove il trasporto intercellulare e migliora il metabolismo del glucosio cerebrale. I risultati di laboratorio indicano che attraverso questa via l'agopuntura allevia l’ischemia e il deterioramento cognitivo, correlato con l’anossia.

Fonte: HealthCMi

 

Cerca nel sito

AGOPUNTURA: indicazioni e limiti

Newsletter

captcha 

Facebook

logo facebook

Chi è online

Abbiamo 56 visitatori e nessun utente online

Login

Accedi per visualizzare le dispense.

Manca qualcosa?

Stiamo recuperando tutti i materiali presenti sul precedente sito dell'Associazione. Cerchi qualcosa che non abbiamo ancora importato? Vai alla versione precedente del sito.

© 2017 Associazione Italiana Agopuntura • Via Tagliamento, 9 • 00198 Roma • C.F. e P. IVA 02152271009

 

ilmiositojoomla.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.